Il fondo

Che cos'è

Il Fondo Documentazione Arturo Paoli si compone di due parti: la biblioteca e gli archivi.
Che cos'è
La biblioteca raccoglie innanzitutto la gran parte degli scritti editi di Arturo Paoli:
tutti i suoi libri in lingua italiana, alcuni suoi libri in spagnolo, francese, portoghese; 
- i suoi articoli pubblicati su quotidiani e riviste, a partire dal 1933 fino al 2014;
- le registrazioni (audio e/o video) di conferenze, interviste e incontri pubblici;
- filmati storici e interviste a testimoni;
- una folta rassegna stampa che presenta la sua vita e il suo pensiero.
Sono inoltre presenti libri che riguardano tematiche collegate ai contesti, al pensiero, alle opere di fratel Arturo, pervenuti attraverso diverse fonti.

Gli archivi comprendono l’archivio personale di Arturo Paoli, comprendente documenti prodotti tra il 1920 e il 2015. Questa sezione comprende documenti da lui stesso conservati e conferiti al Fondo documentazione.
L'archivio di Arturo Paoli ha natura polimorfa, in quanto oltre al nucleo centrale da lui prodotto comprende documenti provenienti dagli archivi privati di collaboratori, amici, gruppi di sostegno, attinenti la figura e le attività di Arturo Paoli. Molto significativi, tra questi materiali, sono i numerosissimi carteggi scambiati con Arturo Paoli, dai quali emergono aspetti personali e immediati che consentono di ricostruire il suo percorso umano e spirituale. 
In questi archivi privati si trovano inoltre: manoscritti, appunti, bozze di libri, documenti delle fraternità, trascrizioni o registrazioni di conferenze, trascrizioni o registrazioni di omelie, locandine di incontri con Arturo Paoli, fotografie, filmati e molto altro.
Infine sono presenti numerosi archivi aggregati prodotti da altri soggetti che hanno avuto una relazione con fratel Arturo.